(9) Famiglie fiorentine che adottarono nelle loro armi quella del popolo di Firenze

 

AGOLANTI : " Di rosso all'aquila dal volo abbassato d'oro caricata nel cuore di uno scudetto rotondo d'argento alla croce di rosso ";
BONINCONTRO : " D'argento alla lettera B maiuscola di rosso, col capo d'argento alla croce di rosso ";
BUONDELMONTI : " Partito : nel primo spaccato d'azzurro e d'argento; nel secondo d'argento alla croce latina di rosso piantata sopra un monte d'azzurro movente dalla punta ";
CAMBI : " D'argento a tre scaglioni o caprioli d'azzurro accompagnati in capo da tre torte dello stesso; quella di destra caricata di bisante d'argento sovraccaricato di un giglio di Firenze di rosso, quella di mezzo caricata di un giglio d'oro, e quella di sinistra caricata di un bisante d'argento sovraccaricato di una croce piena di rosso "; in punta una quarta torta d'azzurro caricata di un bisante partito di rosso e d'argento e sovraccaricato di una gamba dell'uno nell'altro "
CATTANI/Diacceto: " Troncato d'argento e di..., sulla partizione una palla d'argento caricata di una croce piena di rosso ";
CAVALCANTI : " D'argento seminato di crocette ricrociate di rosso ";
CERCHI : " D'azzurro a tre cerchi d'oro rinserranti ciascuno uno scudetto d'argento crociato di rosso "; il tutto sormontato da un lambello di rosso ";
FABRONI : " D'azzurro alla banda (sbarra) d'oro caricata di tre martelli di nero, ad- destrata nel capo da un globo d'argento crociato di rosso ";

BONGIANNI di AREZZO.
LOTTERINGHI DELLA STUFA : " D'argento alla croce latina di rosso, trattenuta da due leoni controrampanti d'oro ".

Altre famiglie adottarono la Croce del popolo di Firenze quali i FABRONI - PELLI, i FORMIGLI ed i PANCIATICHI.